SITO IN MANUTENZIONE... TORNEREMO ONLINE AL PIU' PRESTO!!!

IN PRIMO PIANO

Prodotto da: Mediastudios

Monopoli: la cala di Lido Bianco come non l'abbiamo vista mai

Di recente, specie durante lo scorso autunno, ci siamo imbattuti ancora una volta sul fenomeno “erosione delle coste”. Il mare che sottrae decine e decine di metri alla sabbia è un fenomeno che ha forte risalto che non trova facilmente risposta o rimedio. Questa volta, parleremo di un fenomeno per certi aspetti inverso. Non è infrequente, dopo innumerevoli mareggiate trovare le cale del nostro territorio trasformate. Sia che si tratti di mare che ha la meglio sulla terra (sabbia nello specifico), o che si tratti di sabbia che, riesce, una volta trasportata e depositata a riva dalla forza delle onde a depositarsi sull’arenile stazionandovi sulla spiaggia. Durante la prima serata di oggi (giovedì 31 marzo, ndr) abbiamo appreso con meraviglia la nuova veste della Cala di Lido Bianco, una delle mete preferite dai bagnanti e dagli amanti della tintarella. Posta a un chilometro circa dal centro cittadino, la nota cala ha indossato molto di recente una veste insolita; insolita per gli ultimi tempi. Ad occhio, la riva ha sottratto spazio al mare spingendosi verso est di una ventina di metri circa. Eloquenti, saranno le foto che vi daranno un’idea di come sia cresciuta la spiaggia. Una delle cause che ha facilitato lo stazionamento dell’enorme quantità di rena giunta a riva, potrebbe essere stato il recente depositarsi di alghe che, a loro volta sono state ricoperte dalla sabbia, sino a formare una vera e propria duna che protegge la parte più interna del bagnasciuga, proteggendola da onde indiscrete. Non sappiamo quanto tale fenomeno possa durare nel tempo, anche in considerazione di certe fasi lunari (vedesi recente perigeo) che probabilmente le favorirebbero. Intanto ci godiamo la cala di Lido Bianco di bella e nuova veste, sperando che Nettuno non se l’abbia a male e la sfaldi (per astio) di maestosi e inesorabili flutti, fino a renderla meno graziosa.

Filippo Rattile
Foto: © Giovanni Barnaba


L’ex carcere da oggi diventa proprietà privata

Un tempo carcere mandamentale, per un bel po’ ti tempo abitazione abusiva di alcune famiglie monopolitane. L’ex carcere mandamentale sito in via Fra Girolamo Ippolito, aggiudicato all’asta appena tre mesi fa dalla Effecostruzioni, è stato fatto evacuare e ufficialmente a partire da oggi potrebbero iniziare i lavori di demolizione. Nel corso della mattinata di ieri (30 marzo, ndr), il Sindaco Emilio Romani e  l’assessore ai servizi sociali Giuseppe Campanelli, hanno ufficialmente comunicato alla cittadinanza l’imminente passaggio di proprietà dell’immobile. Nell’edificio (visibilmente fatiscente) vedeva la presenza dell’ultima famigliache ha di recente lasciato l’immobile dopo aver trovato una sistemazione temporanea nell’agro di Monopoli. Gli ingressi appaiono ora murati e non accessibili, questo (forse) per non rendere pubbliche le reali condizioni di degrado in cui erano “costretti” a vivere le famiglie che per un considerevole tempo hanno animato queste mura. Il risvolto “positivo” era semmai considerato dal fatto che da queste parti le bollette non si sono mai viste, a quanto pare. Quindi, da oggi, giovedì 31 marzo l’immobile è ufficialmente di proprietà privata. C’è da capire quando, la nuova proprietà avvierà i lavori di demolizione e costruzione di civili abitazioni (presumibilmente); per dare maggior decoro al rione (finalmente), rendendolo più gradevole alla vista dei residenti e dei passanti.

La Redazione

Sequestrato peschereccio in acque croate

E’ stato bloccato stamattina in acque territoriali della Croazia in prossimità del parallelo di Dubrovnik, il peschereccio appartenente alla marineria di Monopoli "Francesco Padre". Si è inoltre appreso che, l’armatore dell’imbarcazione monopolitana non sia stato tratto in arresto per il semplice motivo che a bordo, perlustrato dalle Autorità ex slave, non è stato rinvenuto nessun quantitativo di prodotti ittici pescati. L’imbarcazione, rischia però una forte multa (probabilmente l’equivalente di 30mila euro) e 1000 euro per ogni componente dell’equipaggio, in attesa di capire le eventuali responsabilità e trasgressioni degli accordi fra i due paesi. Non sono rari i casi di questo tipo di trattamento comminato ai danni di armatori italiani.  
La Redazione

Coppa Italia Eccellenza - Semifinali (gara di ritorno)

Il 3-1 per i biancoverdi, alla fine suona come una beffa


Alla fine, c’è solo da esclamare: “che peccato!”. La Liberty si sveglia troppo tardi (90’) e mette la tremarella al Città di Marino con un irriducibile Pierino Zotti. Capitano orgoglio, nel volgere di un solo giro di lancetta segna, prima l’1-2 e dopo anche la rete del 1-3 ma, ciò non basta a ribaltare il pesante 0-3 patito la settimana prima al Veneziani. I romani, segnano subito dopo il quarto d’ora di gioco, dando l’impressione di voler archiviare anzitempo il discorso qualificazione. I primi 45 minuti di gara avallano ampiamente questa tesi, che si sposa alla perfezione con le volontà dei biancazzurri. Il Monopoli ci mette tutta la volontà a disposizione e il carattere ma, per un niente non concretizza il poco sperato “miracolo”. Alla finalissima del Flaminio di Roma del 6 aprile prossimo, ci vanno i giocatori laziali allenati da mister Manolo Patalano, dove incontreranno il forte US Ancona 1905 che a sua volta ha eliminato l’Inveruno. Per i biancoverdi allenati da Nicola Ragno resta tanta amarezza e il sapore della beffa. Essere arrivati a Marino..e non aver visto la finale per un’anticchia.. La tanto agognata remontada si è trasformata beffardamente in quasi remontada. Che peccato ragazzi!


Le formazioni iniziali in campo:


CITTA’ DI MARINO-LIBERTY MONOPOLI 1-3 (1-0)

Reti: 16 ' Campione (CM); 70’, 90’ e 91’ Zotti (LM)

CITTA’ DI MARINO: Sambucini; De Angelis, Moreno, Glasso, Kalambay, Mancini, Campione, Amendola, Boncompagni, Fanasca, Novembrino. All.: Manolo Pantalano. A disposizione: Perrotta, Lorenzo Russo, Scarlato Scozzese, Fontana, Marvelli, Casale.

LIBERTY MONOPOLI: Sakho, Fumai, Daddario, Menga, Anglani, Marini, Vitale, Sangirardi, Salzano, Zotti, Roselli. Allenatore: Nicola Ragno. A disposizione: Reho, Pappapicco, Chiatante, Carlucci, Arcangelo Russo, Laviano, Rizzi.

Arbitro: Federico Sassoli della sezione di Arezzo. Assistenti: Marco Pancioni e Marco Scatragli della sezione di Arezzo

Ammoniti: Marini e Roselli (LM); Fanasca (CM)

Note: Terreno di gioco in condizioni discrete. Cielo nuvoloso con pioggia intermittente (temperatura sui 16°C). Spettatori poco più di 300 di cui circa un centinaio quelli di fede bianco verde.

Filippo Rattile

Monopoli: Inter Club e Avis, una proficua raccolta straordinaria di sangue

Grande soddisfazione all'appuntamento per la donazione del sangue. Domenica mattina si è svolta infatti, la raccolta del sangue organizzata dall’Inter club di Monopoli a favore dell’AVIS sez. comunale “Angelo Menga”. A fronte di 40 potenziali donatori che si sono presentati, i prelievi sono stati 36, ben al di sopra della media alla quale siamo attestati, che oscilla tra le 25 e le 30 donazioni. Un rapporto ormai consolidato tra l'Avis e l’Inter club di Monopoli: si tratta infatti di un appuntamento che si ripete periodicamente. Ci auguriamo che queste iniziative possano fungere da esempio, e che sempre più persone vogliano dare il loro personale contributo per un problema, quello della carenza di sangue negli ospedali, importante e sentito in tutta Italia. La donazione di sangue è un gesto semplice, non pericoloso, anzi, utile alla salute, e noi dell’Inter Club di Monopoli vogliamo testimoniarlo sperando che altre persone possano prendere spunto per diventare donatori. Queste per noi, sono le vere EMOzioni!

Inter Club Monopoli

Donato.. e il posto di paninoteca sottratto

Spero non venga scambiato per un fatto curioso o fantasioso. Spesso ci imbattiamo in fatti d’attualità che saltano poi agli occhi o passano inevitabilmente sulla bocca di tutti. Cronaca o politica, attualità o gossip che dir si voglia. Nella vita di tutti i giorni, non ci sono solo macro notizie esaltate (semmai) da certe testate e/o snobbate da altre. Questa volta la nostra Redazione ha pensato spontaneamente di dare risalto a un fatto che, considerare micro-cronaca sarebbe anche riduttivo. E’ di onesti lavoratori che faticano tutti i “santi” giorni per tirare avanti o per tentare (forse) di sbancale il lunario, che vorremmo parlare. Sentite cos’altro succede e, se non fosse per un social network, probabilmente non saremmo venuti mai conoscenza: Causa un cavillo burocratico, il mio posto di regolare vendita di panini e derrate alimentari similari nei pressi del largo prospiciente il supermercato Imagros 4 (via Vittorio Veneto), dove esercitavo la mia attività di paninoteca, è stato assegnato ad altro soggetto che si crede un paninaro, il quale ci risulta esercitare tutt' altro tipo di attività. Scrivo tutto questo per rendervi partecipi della mia situazione e per diffidare dal sedicente paninaro, che paninaro non lo è nemmeno. Mi preme considerare anche nell’eventualità che, colui che momentaneamente ha preso possesso del mio posto vendita, dovesse spacciarsi per un mio parente, ho già delegato legalmente chi di dovere. Inoltre, puntualizzo che, il sottoscritto non ha venduto il proprio posto a nessuno e si tratta solo di un inghippo burocratico che sarà presto appianato. Vi invito a ricordare (semmai c’è ne fosse bisogno) che, di Donato c’è ne uno solo.. spero che non lo dimentichiate... quello è il mio posto è lo riavrò. Se malauguratamente questo non sarà possibile, vi farò sapere quale sarà la mia nuova postazione”. Grazie
Filippo Rattile

Calcio ultimora: Ferrara e Indiveri pagano per “tutti”

Tensione e malumore hanno toccato il temuto punto di non ritorno e come spesso accede in questi casi, qualcosa di (inevitabilmente) doloroso viene in superficie. Al termine del vertice societario tenutosi stasera presso il noto centro ricettivo polignanese del Covo dei Saraceni, sono state prese delle decisioni in merito all’attuale composizione dell’organico del sodalizio dell’AS Liberty. Ne emergono due tagli di tesserati, sicuramente considerati, solo qualche settimana fa, idoli dei beniamini di fede biancoverde. La punta palermitana Giancarlo Ferrara ed il portiere monopolitano Giovanni Indiveri (l’avevamo anticipato su questi portali, ndr) sono stati messi fuori organico con la seguente motivazione, dovuta a quanto pare a una situazione di generale malessere che serpeggia intorno alla squadra e alla società. Le decisioni, si apprende, sono state prese per le non accettabili questioni comportamentali. Ad anticiparlo, nel corso della trasmissione Fuori Campo, l’addetto stampa della Liberty Monopoli, Mimmo De Russis. Questo, non è assolutamente un buon viatico per la gara di ritorno di coppa Italia Eccellenza in terra laziale. A Marino, ci vorrà comunque un miracolo sportivo per ribaltare il pesante 0-3 subito al Veneziani 6 giorni fa.
Filippo Rattile
foto: Giovanni Barnaba

Profughi libici: prima accoglienza e prime indagini


Sono giunti poco prima delle 14 sulla nave mercantile Gold Star, che ora rischia il sequestro

I 63 profughi attesi per le 13.30, sono giunti qualche minuto prima delle 14 nel porto di Monopoli a bordo del mercantile battente bandiera georgiana Gold Start e trasferiti successivamente nel centro di prima accoglienza del capoluogoLa nave caucasica con a bordo 63 “disperati” di nazionalità libica (quasi tutti adulti uomini, tranne un minore e due donne), ha attraccato al molo di Tramontana. Uno dispiegamento di forze dell’ordine ad accoglierli: Carabinieri, Guardia Costiera, Polizia, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Protezione Civile, oltre agli Assessori Giuseppe Campanelli (Servizi Sociali) e Giuseppe Spinosa (Attività Portuali), operatori della Croce Rossa Italiana, associazioni e medici volontari. Allestiti per l’occasione gazebo per dare primo rifugio ai profughi, per rifocillarli e dare, a chi ne aveva maggiore necessità supporto medico di primo intervento. Distribuite derrate alimentari e bevande. L’interesse, ora si sposta su un aspetto legale, in quanto si è provveduto anche a fermare alcuni extracomunitari e portati via dalle forze dell’ordine. E’ la Polizia e la Capitaneria di Porto a confermare che, quasi tutti i profughi sono sprovvisti di documenti e sotto indagine potrebbe presto finire anche il comandante della nave mercantile georgiana, la Gold Star, attesa a Monopoli una settimana fa. Inoltre, non si conoscono le ragione di un cambio di rotta della stessa. Al vaglio degli inquirenti, fra i quali anche militari dell’Arma dei Carabinieri, anche alcune versione dei naufraghi che non sarebbe convincente: c’è chi dichiara di aver pagato una somma in denaro alla Gold Star per essere trasportati in Italia. Motivo per il quale, il mercantile è stato ispezionato dalle forze dell'ordine e non si esclude che, l’intero equipaggio della nave mercantile caucasica possa essere tratto in stato di fermo, con il chiaro rischio di vedere messa sotto sequestro l’imbarcazione. La città, si è letteralmente spaccata. C’è chi vede di cattivo auspicio l’arrivo dei profughi, chi si chiede il come mai proprio Monopoli, e chi (non sono tanti) vede come dovuta la piena disponibilità per l’uso dello scalo marittimo. Presto, potremmo conoscere importanti risvolti.
Filippo Rattile e Giovanni Barnaba
foto: © Giovanni Barnaba

FOTO GALLERY



Profughi in arrivo a Monopoli soccorsi da una nave della Georgia

L'arrivo alle 13,30 sul molo di Tramontana

La nave con a bordo 62 profughi nordafricani, probabilmente di nazionalità libica viaggianoa bordo della Gold Star. Il battello carico di disperati, come ampiamente anticipato ieri sera (ndr) sulle pagine dei nostri portali web, era andato alla deriva perdendo la rotta. Partito dalla Libia orientale, il battello avrebbe pensato di raggiungere Lampedusa o comunque la costa siciliana. Così non è stato, tanto da deviare la rotta sin verso il nord del Mare Jonio ed addirittura superando il Canale d’Otranto. In un primo momento, si era diffusa la notizia che l’imbarcazione con a bordo i profughi, fosse stato avvistato da una nave mercantile monopolitana appartenente all’armatore Dormio. Invece, stando alle ultime notizie ufficiali, i profughi sono stati tratti in salvo ieri pomeriggio nel mediterraneo dagli 11 membri dell'equipaggio del mercantile battente bandiera georgiana. La nave, partita dal porto di egiziano di Mersa Matruh, ha intercettato il barcone dei disperati in fuga dalle coste del nord Africa. L'arrivo a Monopoli è previsto intorno alle 13.30, salvo ritardi. La nave georgiana sarà ormeggiata sul molo di Tramontana.

Filippo Rattile e Giovanni Barnaba

Profughi nordafricani sbarcheranno domani a Monopoli


Un piano straordinario dell’Amministrazione Comunale per allestire l'accoglienza
Ci sarebbero le conferme delle forze dell’ordine. E quindi non è una bufala come in un primo momento si pensava, apprendendo la notizia in città nella prima serata. Una sessantina di profughi nordafricani approderà domani mattina verso mezzogiorno, sul molo di Tramontana del porto di Monopoli. Pare che l'imbarcazione, diretta verso l'Italia la Sicilia verosimilmente, abbia finito per smarrire la rotta finendo per percorrere tutto il Mar Jonio, fin verso le coste adriatiche della Puglia.. A quanto abbiamo appreso, sarebbero quasi tutti egiziani i profughi imbarcati sul barcone, anche se non vi è certezza che siano di quella nazionalità o siano solo salpati da un porto dell’Egitto. L’arrivo nel porto monopolitano è stato stimato per le 12.00 circa. Le forze dell’ordine hanno confermato l’effettivo arrivo. Il barcone di “disperati” erano andati alla deriva, quando sono stati avvistati da una nave mercantile appartenete all'Armatore Dormio. L'amministrazione comunale ha predisposto in tempi da record un piano d'accoglienza che sarà definito nel corso della mattinata di domani. Saranno predisposti dei gazebo con associazioni e medici volontari. Intanto, in serata il primo cittadino di Emilio Romani ha dato l'annuncio presso il salone parrocchiale del Carmine di Monopoli, in occasione di uno degli incontri de "La città che conta". Il coordinamento delle operazioni di accoglienza di domani mattina è stato affidato all’assessore ai Servizi Sociali, Giuseppe Campanelli. La capitaneria di porto di monopoli starebbe tentando di mettersi in contatto con l'armatore del barcone carico di immigrati, senza al momento nessun risultato. I profughi una volta accolti e rifocillati o curati, a seconda del loro effettivo stato di salute, saranno successivamente trasferiti al centro di prima accoglienza di Bari.
Filippo Rattile

Calcio Eccellenza Pugliese

Indiveri: è giallo su giallo?

Ufficialmente indisponibile per infortunio, il portiere Giovanni Indiveri non ha potuto aggregarsi al gruppo della Liberty che ha disputato la 33esima giornata del campionato d’Eccellenza a Cerignola. In Capitanata, Indiveri non ci è andato affatto. Al 'Monterisi' fra i pali c'è Reho, con Mamadou Sakho a fargli da riserva. Le recenti cronache legate alla misteriosa squalifica in coppa si erano abbondantemente tinte di giallo. Come se l’effetto cromatico non fosse stato percepito da tutti (daltonici e non) se ne aggiunge dell’altro. Le polemiche alimentate dal polverone sollevatosi per la nota vicenda, pare abbiano provocato malumori a catena, ultimo (probabilmente) l’allontanamento volontario di Giovanni che, da persona per bene ha voluto farsi momentaneamente da parte per favorire l’acclaramento del caso. Contro la vice capolista, i limiti di Reho (ma non solo quelli di Matteo) hanno fatto rivivere scenari autunnali, nel corso dei quali la Liberty vedeva delapidare punti e posizioni in classifica. Non che il sodalizio di via Togliatti navighi in ottime acque sotto aspetti extra-calcistici. Insomma, una società pallonara quella dell’AS Liberty nata quasi 9 mesi fa e che dava l’impressione (illusoria) che potesse camminare solo con l’ausilio delle proprie giovani gambe. ‘Crisi globale’, ‘calcio esasperatamente moderno’, ‘nuove norme e divieti a certe trasferte’, ne hanno poi (semmai) acuito certi aspetti negativi, ritorcendosi contro; un po’ come farebbe un fanciullo scagliando con troppa forza un pallone; il ritorno dello stesso oggetto (dei desideri) potrebbe assumere traiettorie impreviste e causare qualche danno. Non fasciamoci la testa prima di essercela rotta (recitavano i saggi). In fondo, l’estate inizia (solo) fra 2 mesi e mezzo.

Filippo Rattile

Il SUAP del Comune di Monopoli tra i pochi accreditati dal Ministero per lo sviluppo economico

Il SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) è lo sportello dove gli imprenditori possono avviare o sviluppare un’impresa e ricevere tutti i chiarimenti sui requisiti, la modulistica e gli adempimenti necessari. Il SUAP semplifica e garantisce la conclusione delle pratiche in tempi rapidi e certi, e soprattutto, l’imprenditore ha il vantaggio di rivolgersi ad un unico ufficio. Anche le imprese monopolitane, tra le poche a usufruirne, potranno continuare  a rivolgersi allo sportello unico per le attività produttive del proprio Comune di appartenenza. Il Suap di Monopoli, è fra i pochissimi in Puglia ad ottenere il “riconoscimento ufficiale di accreditamento” al pari di Corato da parte del Ministero per lo sviluppo economico. Così da facilitare le funzioni dello sportello. Il Suap,  inoltre,  è di aftto l’unico ufficio pubblico cui le imprese devono rivolgersi per richiedere le autorizzazioni indispensabili per poter svolgere le proprie attività. Presso il SUAP, quindi, l’imprenditore può presentare la DUAAP per avviare o sviluppare l’impresa, e ottenere la ricevuta che gli consente di avviare l’attività in soli 20 giorni.

La Redazione

Calcio Eccellenza: Audace Cerignola-Liberty Monopoli 3-1

Vincono Terlizzi e Locorotondo, e al Liberty ora non resta che sperare

Il Liberty ha (ormai) quasi tutti e due i piedi fuori dai playoff, complici i risultati delle dirette concorrenti (Terlizzi e Locorotondo). I biancoverdi giungono al Monterisi di Cerignola già con la testa al ritorno di coppa che si terrà ai Castelli Romani mercoledì 30, e con l'orecchio alla radiocronaca di Mino e agli aggiornamenti dagli altri campi. Ma, sul campo si vede davvero poco Monopoli, con un Audace Cerignola molto più motivata. La formazione di Capitanata allenata da Mimmo Di Corato ha solo un risultato in mente, la vittoria per tentare di non perdere il treno che porta alla prima posizione, con la promozione diretta in serie D (Martina permettendo). Se ci mettiamo anche un ambiente particolarmente ostile verso tutti: i supporters locali c'è l'hanno soprattutto con i propri beniamini che hanno fallito mestamente la gara di domenica scorsa a Maruggio, finendo per perdere la possibilità di superare i rivali itriani. C'è l'hanno (a quanto pare) anche con i giornalisti super partes e con tutti quelli che non hanno a che vedere con i colori gialloblu. Davvero un bell'ambiente, non c'è che dire. Il Monopoli impacciato, si fa subito impallinare da Matera al 10' di gioco, grazie anche all'ennesima incertezza del portierino Reho. Gli ospiti latitano, con una difesa reinventata di sana pianta: mancano, Marini e Daddario, e una mediana ancora orfana dell'infortunato Fusco (stagione conclusa per il campano). Un Menga svogliato, una squadra che non da segni di vita. La prima frazione si chiude col raddoppio dei cerignolesi e il Liberty sta a guardare. La ripresa si apre così come si è chiuso il primo tempo. La frittata è servita, con la terza rete per i locali. Solo ora, feriti nell'orgoglio, gli ospiti accennano a una seppur flebile "riscossa". E si, davvero forte il termine utilizzato, che non calza affatto a un'impaurita compagine allenata da Nicola Ragno. La rete di Salzano, subentrato a Laviano (il puntero argentino esce per uno stiramento a un polpaccio) serve solo in parte ad addolcire il grande amaro che si percepisce. I risultati sbirciati qua e la fanno il resto. Locorotondo, oggi quinto in graduatoria e Terlizzi (quarto) hanno vinto entrambi in trasferta e condannano alla sesta (anonima) piazza i biancoverdi, ai quali non resta che aggrapparsi alla matematica. Non servirà vincere domenica prossima col Bisceglie al veneziani per sperare in una posizione playoff. Terlizzi e Locorotondo chiuderanno la regular season sui propri terrene amici, contro formazioni che nulla più hanno da chiedere a questa stagione. Solo il Castellana (in via teorica) avrebbe gli stimoli per non perdere contro il Terlizzi di Pino Giusto, visto che la squadre delle Grotte potrebbe tentare di evitare i playout. Ma, pare che i giochi siano irrimediabilmente fatti. Non ci resta che pregare un po' a tutti quei santi (se disposti ad ascoltarci) per compiere l'improbabile miracolo della remuntada in quel di Marino in Coppa Italia. Sempre che, certi santi, li abbiano già appiedati... il giudice sportivo.

Il tabellino

AUDACE CERIGNOLA - LIBERTY MONOPOLI 3-1 (2-0)

Reti: Matera (C) al 10', Zonno (C) al 45'+2' , Giacco (C) al 48' , Salzano (M) al 80'

AUDACE CERIGNOLA (4-4-2): Leuci, Sparta (dal 91' Gab. Grieco),Papagno, Trovato, Matera (dal 65' R. Lasalandra), Conte, Riontino, Zonno, Giuseppe Grieco, Giacco (dal 89' Tarantino), Zonno, Luigi Lasalandra. A disposizione (non entrati): Vurchio, Pugliese, D’Arienzo, Patruno. Allenatore: Mimmo Di Corato

LIBERTY MONOPOLI: (4-4-2): Reho, Pappapicco, Roselli, Menga, Fumai, Anglani, Chiatante (dal 62' Russo), Sangirardi, Laviano (dal 40' Salzano), Zotti (dal 73' Vitale), Ferrara. A disposizione (non entrati): Sakho, Carlucci, Lillo, Rizzi. Allenatore: Nicola Ragno

Arbitro: sig. Andrea Mei della sezione di Pesaro; assistenti: sigg.Gabriele Totaro e Raffaele Quarta appartenenti alla sezione arbitrale di Lecce.

Note: Giornata primaverile con cielo tuttalpiù quasi sereno (temperatura tra i 18/19°C). Debole vento da sud-est. Terreno di gioco in condizioni discrete. Spettatori circa 900 (stimati su una ottantina abbondante la presenza dei supporters biancoverdi).

I risultati della 33^ giornata

A.CERIGNOLA-LIBERTY 3-1, BISCEGLIE-SOGLIANO 1-1, CASTELLANA-A.TRICASE 3-1, COPERTINO-A.VIESTE 1-0, G.MARTINA-LUCERA 1-0, MANDURIA-V.LOCOROTONDO 0-2, MANFREDONIA-TERLIZZI 1-2, MARUGGIO-S.PAOLO BARI 4-3, RACALE-FASANO 1-0

La classifica aggiornata

G.Martina 66, A.Cerignola 64, Bisceglie 58, Terlizzi 54, V.Locorotondo 53, Liberty Monoopoli 51, A.Vieste 49, Fasano 46, San Paolo Bari 45, Racale e Copertino 42, A.Tricase 41, Sogliano 38, Castellana e Manfredonia 36, Lucera 33; Maruggio 29; Manduria 19

La prossima, 34^ giornata (ultima della stagione regolare)

S.Paolo Bari-Cerignola, Liberty Monopoli-Bisceglie, Terlizzi-Castellana, Sogliano-Copertino, A.Vieste-G.Martina, Fasano-Manduria, Lucera-Manfredonia, V.Locorotondo, Maruggio, A.Tricase-Racale

Filippo Rattile / foto: © Giovanni Barnaba

Anziano investito in pieno da un auto

Scorreva via più che serena la mattinata odierna, profumata di primavera quando un brutto incidente ha interretto la generale quiete. E’ accaduto accanto al Bar Meeting in via Amleto Pesce, quando un ignaro anziano di 70 anni del luogo, intento ad attraversare la trafficatissima strada, è stato falciato in pieno da un’autovettura che sopraggiungeva proprio in quell’istante, una Volkswagen Golf guidata da un giovane monopolitano. Stando alle testimonianze l’impatto con l’auto è stato davvero violento, capace di sbalzare il malcapitato anziano sul ciglio della strada, che ha finito per urtare il capo sul cordolo e riportando una ferita consistente alla gamba destra. Il corpo dell’anziano, ha colpito verosimilmente il parabrezza della Golf mandandola quasi completamente in frantumi. Sul posto, oltre a un nugolo di curiosi, sono immediatamente giunti i soccorsi del 118 ed anche agenti della Polizia Municipale per accertarne la dinamica. L’anziano, visibilmente ferito, è stato prontamente soccorso e trasportato con urgenza all’Ospedale San Giacomo di Monopoli. Il giovane conducente della Volkswagen, visibilmente sotto shock, ha rischiato l’aggressione verbale dei presenti, prontamente sedati dalle forze dell’ordine.

Filippo Rattile

Palazzetto di via Procaccia, approvato studio di fattibilità


Nella seduta dello scorso 22 marzo Giunta Comunale ha approvato lo studio di fattibilità redatto all’associazione temporanea di impresa tra la 3Ti Progetti Italia e l’ingegnere Ignazio Severino in cui vengono vagliate sei alternative per il completamento del palazzetto dello sport di via Procaccia. L’esecutivo ha, altresì, indicato una soluzione progettuale, salva la necessità di valutare i contenuti di merito nella successiva fase di redazione del progetto preliminare. L’esecutivo ha dato mandato al Dirigente dell’Area Organizzativa II – Ing. Pompo Colacicco affinché provveda a dare immediata comunicazione alla 3Ti Progetti Italia perché quest’ultima dia corso e completi la progettazione preliminare nel termine di 40 giorni a partire dal 23 marzo, giorno di approvazione della delibera di giunta. L’intervento individuato prevede la riduzione a 1000 posti della struttura, portando l’area di attività a 800 metri quadrati (20x40 metri). Sono altresì previsti due locali tecnici e quattro blocchi spogliatoi. Il costo dell’operazione è di 2,1 milioni di euro. La riduzione dei posti da 2600 a 1000 pur incidendo negativamente sui ricavi di gestione, comporta però un consistente contenimento dei costi operativi con conseguente riduzione del disavanzo di gestione.

Alessandra Amoroso stasera a Conversano

Sale l'attesa per il concerto di Alessandra Amoroso fissato per sabato 26 marzo al Pala San Giacomo di Conversano. Oltre 1.500 i fans che hanno già prenotato un posto per l'atteso appuntamento che vedrà la Amoroso interpretare i successi che l'hanno consacrata tra le protagoniste del panorama musicale italiano. La brava cantante salentina ha debuttato con il nuovo tour lo scorso 12 marzo a Parma. 18 le tappe previste in tutta Italia per “Il Mondo in un Secondo in tour” tra le quali quella organizzata dalla Over Eventi di Noci a Conversano, per l'ultimo sabato del mese. L’album che dà il titolo al tour è saldamente presente da ben 22 settimane nella top 10 dei dischi più venduti e ha già guadagnato il doppio disco di platino. L’allestimento dei concerti è di altissimo profilo e rappresenta per la Amoroso il salto di qualità che la consacra definitivamente nell’Olimpo della scena artistica italiana, con all’attivo oltre 600.000 dischi venduti in poco più di un anno e mezzo, tre cd n. 1 in classifica e numerosi concerti ‘sold out’ in teatri e arene. Lo spettacolo, curato per quanto riguarda ildisegno luci da Francesco De Cave, la direzione musicale da Dado Parisini - già al lavoro con Alessandra come produttore e arrangiatore nell’ultimo cd “Il mondo in un secondo”- coadiuvato dal Maestro Pino Perris, si avvale inoltre delle coreografie di Daniel Ezralow. La scaletta comprende tutte le hit che hanno portato ai vertici delle classifiche i dischi di Alessandra Amoroso, come “Immobile”, “Stupida”, Estranei a partire da ieri”, “Senza Nuvole”, “Arrivi tu”, “Il mondo in un secondo”, fino ai più recenti “Urlo e non mi senti”, e il nuovo singolo “Niente”, versione italiana di un grande successo dei Camila, gruppo di punta della scena sudamericana chenell’esecuzione di Alessandra acquista ulteriore spessore e intensità. Lo spettacolo prevede inoltre una trascinante parentesi R&B e un inedito momento acustico.

Un appuntamento da non perdere!
Info 0809675496, 3348612289
www.bookingshow.it

Anziano si toglie la vita sparandosi con un fucile

Un monopolitano di 64 anni cacciatore per passione, G.G. le sue iniziali, si è suicidato ieri sera in orario ancora indefinito con un colpo di fucile al toraceLa scoperta è stata fatta stamane, quando alcuni familiari sono entrati nell’appartamento dove l’uomo viveva da solo in uno stabile sito in via Guicciardini (una traversa di viale Aldo Moro in zona Sant’Andrea), a sud di Monopoli. Il folle gesto potrebbe essere stato scaturito da una forma di depressione in cui versava l’uomo, recentemente accentuato dalla separazione dalla moglie. Interpellati vicini di casa ma, pare che nessuno abbia udito lo sparo d'arma da fuoco. Sul posto sono intervenuti militari dell’Arma dei Carabinieri e il medico legale per le indagini rituali. Non è purtroppo una rarità in città riscontrare di questi tragici eventi. La solitudine potrebbe aver esacerbato la condizione di depressione nello specifico. Ma è, soprattutto l’indifferenza generale che impera a preoccuparci, permettendo che, questi e altri delicati casi non vengano alla luce in tempo utile, in maniera che si possa far intravvedere una seppur flebile luce di salvezza.

Maltratta barista ed inveisce contro i Carabinieri. 50enne ubriaco finisce in manette

Già pregiudicato per altro tipo di reati, è stato tratto in arresto il 50enne monopolitano Antonio Vitti. L’uomo, dopo aver trascorso la serata di ieri in un locale nei pressi di piazza XX Settembre ed essersi ubriacato, ha iniziato ad inveire contro il barista e contro i clienti presenti. Allertati i Carabinieri della vicina Compagnia che presto sono sopraggiunti cercando di far tornare alla ragione l’esagitato che, alla vista dell’arrivo dei militari, ha dapprima imprecato contro e poi ha tentato addirittura di colpirli lanciando contro una bottiglia in plastica di acqua minerale. Tratto in arrestol’uomo è stato poi associato presso il penitenziario del capoluogo. Sarà chiamato a rispondere di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Tratti d'Amore in scena al Mavù - martedì 27 marzo 2011

Tratti d’amore l’evento moda-sposa promosso da Eos. di Grazia Cinieri , professionista in organizzazioni di eventi, approda per la seconda volta al , ambiente raffinato ed elegante, residenza d’arte, musica e ricevimenti, situata nelle campagne tra Locorotondo e Cisternino.

Con i suoi Tratti d’amore , itineranti in Puglia e in Basilicata, la EOS. propone ogni evento come fosse il primo, con lo stesso entusiasmo, con lo stesso risultato assolutamente coinvolgente per tutti coloro che vi partecipano.
L’evento è ormai diventato un riferimento per gli sposi con i suoi showrooms allestiti da professionisti del settore e con le sfilate dedicate agli abiti per invitati e spose: un'occasione gradevole per trascorrere una serata tra moda arte e spettacolo.

“Carezze per gli occhi, baci per il cuore, un sogno che diventa realtà. Il nostro territorio si racconta”.

Questo il pay off di Tratti d’Amore che vi farà rivivere gli anni del boom economico,dell’ottimismo,dell’edonismo, gli anni in cui si affermano i media, la cultura pop e la minigonna con Mary Quant, che fa emergere una nuova figura femminile che abbandona gradualmente l'etichetta formale in favore di una maggiore espressione di libertà.…..Sono gli Anni della Dolce Vita…… Gli Anni ’60.

In passerella:

Drusilla Collection di Viriana Soleti - Pozzo Faceto Creazioni artigianali multicolore e libere...Ogni colore ha un significato per chi lo indossa... Ogni forma un'espressione per chi lo mostra...Drusilla ha un sogno di libertà per menti aperte, un dono creativo per stupire occhi desiderosi di sognare.

Alchimia Moda di Paola Mele –fashion designer-Castellaneta realizza capi di alta moda su misura, a seconda delle esigenze esaudendo i desideri di ogni donna. Raro esempio di Made in Italy, che non segue mode e tendenze ma il puro e incontrollabile istinto creativo.

Elena Boutique – boutique donna-Martina Franca Un punto di riferimento per la donna che ama distinguersi e vestirsi alla moda. Un assortimento fresco e dal gusto unico, in un punto vendita accogliente, caloroso e amichevole. Con professionalità e cortesia Elena propone ad ogni cliente la giusta soluzione per un’occasione speciale.

Kaigò – abbigliamento donna -Barletta traduce la vostra personalità in moda! Con filo, ago, forbici, tessuti e fantasia dà forma ai vostri desideri stilistici...Per i vostri momenti più importanti, per le vostre feste, quando desiderate sentirvi uniche e speciali.Concedetevi l'emozione di un capo sartoriale kaigò.

Mate Design di Mariateresa Nitti – fashion designer-Castellana Grotte La frizzante fashion designer Mariateresa Nitti, non smette di deludere, portando in passerella una collezione in total black&white, come vuole il fenomeno di massa degli anni '60, proiettandoci a New York, sulla 5th Avenue, come Audrey Hepburn nel sognante film "Colazione da Tiffany". Abiti su misura, unici, femminili, di alta sartoria, per tutte le donne in cerca della vera eleganza.

Maura after&hand made – boutique donna-Locorotondo Ambiente raffinato e accogliente dove Laura presenta con cura capi di abbigliamento in linea con le ultime tendenze, capi ricercati che riconoscono e valorizzano la femminilità.

Iacovazzi Boutique – cerimonia uomo-Fasano Dal 1910 propone un’accurata selezione delle migliori firme Made in Italy. Punto di riferimento per lo sposo e gli invitati, dagli abiti più classici ai più fashion.

Atelier Arte e Moda – Cisternino Eleganza, seduzione, sobrietà e romanticismo sono le caratteristiche principali degli abiti dell’Atelier Arte e Moda. Espressione di una cultura sartoriale di alto livello, realizza artigianalmente e su misura esclusivi abiti da sposa. Un vero e proprio laboratorio creativo dove l’attenzione alle tendenze si mescola sapientemente alla tradizionale cura dei dettagli.

Show room:

Angelini Arredamenti – Fasano; Bellessere Minischetti Parrucchieri – Locorotondo; BF & Angelo Pace interior designer – Cassano delle Murge; Dimitri , studio fotografico – Noci; Eventi Unici , wedding planner – Monopoli; Travel Slot , agenzia viaggi - Aberobello; World of Beauty Academy – Treviso/Castrocaro;

E ancora performance artistiche realizzate da:

ALAN ARTE di ANNA LANEVE pittrice ALBEROBELLO , ANGELA PALMIERI pittrice CASAMASSIMA , LUIGIA BRESSAN pittrice PUTIGNANO

Dalle ore 21.30 Swinging Mavù

Ispirato ad un insieme di tendenze e dinamiche culturali che si svilupparono negli anni ’60. Riguardò soprattutto la musica, ma coinvolse anche la moda, la fotografia, il cinema e le arti in genere. In scena revival e viaggi nel passato per emozionarsi, meravigliarsi e rilassarsi ma anche ballare sulle note dei ricordi più belli.

Il progetto grafico è stato curato dall’agenzia di comunicazione “ Mimmo Greco Fotografia & Corporate Identity ” di Cassano delle Murge.

La direzione artistica e la regia saranno curate da Marina Aloia .

Si accede per invito info Eos . 392.0328062

MAVU’ Strada provinciale Locorotondo – Cisternino, C.da Mavugliola 222. LOCOROTONDO (BA)

Liberty Monopoli, respinto il ricorso per Indiveri

E' ufficiale, respinto il ricorso effettuato dalla A.S. Liberty Monopoli per la squalifica di cinque giornate assegnata al portiere monopolitano Giovanni Indiveri, accusato di aver rivolto dei gravissimi insulti razzisti ad un calciatore di colore dello Scalea, proprio al termine della gara di ritorno dei quarti di Coppa Italia, disputatasi lo scorso 9 marzo a Monopoli presso lo stadio Vito Simone Veneziani. La società biancoverde inoltre dovrà anche pagare la sanzione confermata di 400 Euro per i cori razzisti intonati da parte dei tifosi.

Giovanni Barnaba

La Fiera dell'Annunziata a Monopoli

La tradizionale Fiera, si svolge il 25 marzo di ogni anno. Coinvolge una vasta area della città e le vie di Monopoli ne sanno riconoscere le conseguenze: traffico congestionato, parcheggio impossibile oppure selvaggio. Una tantum, ci può stare. La Fiera che ha cadenza annuale, nel corso del tempo ha preso via-via connotati molto simili al mercato settimanale, mettendo da parte le bancarelle dedite all’artigianato nostrano (soppiantato quasi totalmente da quello etnico extraeuropeo). Le vie interessante sono state letteralmente prese d’assalto dalla mattina odierna. Largo Plebiscito, corso Pintor Mameli, via Tenente Vasco, Via san Vincenzo e Largo Fontanelle sono le strade interessate dalla fiera. Un brulicare di gente, tantissime bancarelle addobbate di tutto, ma soprattutto d’abbigliamento. Ma, pare che gli espositori, anno dopo anno stiano un po’ snobbando la Fiera che un tempo era molto più sentita, ed ampia.

Le tradizioni

Fatto certo che, l'Annunciazione altri non è che l'annuncio del concepimento verginale e della nascita verginale di Gesù che viene fatto a sua madre Maria e a suo padre Giuseppe dall'arcangelo Gabriele. La tradizione di questa festa è quindi antichissima e fu istituita, probabilmente da Roberto D’Angiò, o probabilmente da sua nipote Giovanna I, intorno all’anno 1358. La fiera, come altri mercati dell’epoca, era libera da “pesi doganali”, con frequenti scambi di merci senza nulla dovere all’autorità regia. Prendeva il via in concomitanza dell’ ”Annunciazione del Signore” e vedeva la sua naturale prosecuzione per i successivi sette giorni. Anche Monopoli sin dall’antichità, avendo anche vocazione commerciale ne ha sposato la celebrazione, istituendo una Fiera. Ora, ci si chiede, quanti altri anni ancora continuerà a esserci; come e quanto continuerà a trasformarsi la Fiera, perdendo la sua naturale vocazione e la sua naturale funzione.

Filippo Rattile